sostieni la scuola!

Gli Spazi

La nostra scuola è dotata di ampi spazi interni e di un grande giardino che permette ai bambini di giocare e divertirsi tutto l'anno.

Adiacente alla scuola, con un accesso diretto utilizzabile all'occorrenza, si trova inoltre il Parcobaleno, il bellissimo parcogiochi di Azzano che è in carico alla stessa fondazione che gestisce la scuola.

Ambienti Interni

Le 9 sezioni che ospitano i bambini della scuola dell'infanzia sono spaziose e luminose, tutte dotate di servizi interni e di accesso diretto al giardino.

La scuola è inoltre dotata di 2 grandi saloni attrezzati per accogliere adulti e bambini, l'atelier di luci e ombre, l'atelier di pittura, la biblioteca, la palestra, 2 dormitori per il riposo pomeridiano e la sala da pranzo, dove i bimbi consumano gli ottimi pranzi preparati dallo chef Riccardo nella cucina adiacente.

Il Giardino

Il giardino, che circonda l'intera struttura, si estende su circa 3000 mq e viene utilizzato il più possibile, sia d'estate che d'inverno, per la ricreazione e come scenario di attività e laboratori didattici finalizzati a far scoprire e vivere la meraviglia della natura.

L'esperienza in natura consente infatti di sollecitare tutti i sensi di un bambino (e di un adulto), permette di percepire suoni, odori, di vedere il mutamento e la ricchezza dei colori, di osservare liberamente piccoli particolari che si muovono (nell'aria e in terra) o di godere di eventi imprevisti (la foglia che cade, la neve che si scioglie, …).

I bambini imparano inoltre a correre dei rischi, ad affrontare e superare le paure, ad inventarsi situazioni ed esperienze avventurose, a sperimentare idee.

Il Parcobaleno

Il Parcobaleno è gestito dalla stessa Fondazione che gestisce la scuola. Per la scuola rappresenta un'opportunità di ampliamento della propria proposta didattica oltre che un'importante possibilità a livello socio-educativo, come microcosmo nel quale possano trovare rinforzo i legami e i significati che la scuola cerca di costruire con la popolazione che la abita.

I bambini della scuola dell'infanzia sono anche protagonisti dell'arricchimento del parco, lo vivono sia durante l'orario scolastico sia con le famiglie nel tempo libero.

Il Parcobaleno è il luogo naturale di sviluppo dell'attività educativa che dentro la scuola può nascere, è il luogo dell'informalità, del tempo libero, delle relazioni spostanee nate da occasioni regolari o meno di frequentazione del parco.

Il ruolo educativo dello spazio

Nell'azione educativa gli spazi sono importanti perché rappresentano la mano e il pensiero dell'adulto, capaci o meno di garantire un adeguato sviluppo del bambino sia dal punto di vista fisico sia da quello cognitivo e relazionale. Già Vygotskij e Bruner avevano evidenziato l'importanza del contesto nello sviluppo globale del bambino, delle sue relazioni sociali, cognitive ed emotive.

Risulta quindi fondamentale pensare ad uno spazio che sappia accogliere le esigenze e le potenzialità dei bambini, nel rispetto della loro peculiarità e molteplicità. Realizzare spazi adeguati, significa sapere creare e organizzare angoli ludici, privilegiare relazioni individuali o di gruppo, sostenere la scoperta e l'esperienza dei bambini.

Ogni esperienza educativa si realizza nello spazio, in uno spazio che non è solo la dislocazione fisica dei materiali ma soprattutto il contesto comunicativo, relazionale e cognitivo dentro il quale si sviluppano pratiche educative e si accompagnano processi evolutivi. L'organizzazione degli spazi è, pertanto, pensata nella sua interezza, rispondendo ad una scelta collegialmente condivisa dall'intero gruppo di lavoro.

Dentro uno spazio considerato "contesto educativo e educatore", ogni oggetto diviene strumento educativo, ogni materiale mette in movimento dinamiche relazionali, cognitive ed emotive, divenendo promotore di crescita per l'intera personalità. In questo spazio il ruolo dell'educatore è fondamentale nella preparazione e progettazione dello stesso e nell'osservazione delle dinamiche che da esso (e in esso) scaturiscono.

Per caratterizzare gli spazi è necessario partire dall'attenta osservazione dei bisogni dei bambini e delle loro potenzialità di sviluppo. Lo spazio possiede requisiti fondamentali che si rifanno ai bisogni di sicurezza e di affettività, ed incoraggiare il desiderio di esplorare e conoscere.

FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE SCUOLA MATERNA PAPA GIOVANNI XXIII - Via Papa Giovanni XXIII, 22 - 24052 Azzano San Paolo (BG)
webdesign: cacao comunicazione